+3903721965546 marketing@allstream.it

 

Creare un live stream può sembrare difficile. In questa guida analizzeremo gli strumenti necessari, gli step e le impostazioni da configurare per creare il proprio streaming live.

Cos’è un live streaming

Un Live streaming è un processo di trasmissione video su Internet in tempo reale, fruibile quindi attraverso qualsiasi dispositivo connesso ad internet. Si tratta appunto di un fenomeno relativamente nuovo che è emerso negli ultimi dieci anni, grazie al facile accesso a strumenti tecnologici semplici ed immediati che chiunque può utilizzare.

Inoltre, l’aumento della velocità e dell’affidabilità delle connessioni Internet sono arrivate al punto che anche video di alta qualità possono essere trasmessi attraverso la rete Internet, con piccoli margini di ritardo.

L’immediatezza dei live streaming e il costo relativamente basso per iniziare a trasmettere sul web ha rimosso molti degli ostacoli iniziali. Oggi, chiunque abbia un computer dotato di webcam e di collegamento ad internet, può essere un creatore di contenuti in diretta streaming visibile in tutto il modo.

Questi fattori hanno rivoluzionato, per esempio, il mondo degli eventi dal vivo, oggi di fatto trasmessi in tutto il mondo. Negli ultimi anni, il live streaming è diventato ampiamente utilizzato per trasmissioni sportive, musica dal vivo, seminari e conferenze, eventi religiosi, politici e molti altri.

Applicazioni di streaming

Creare un live streaming è più facile a farsi che a dirsi. L’applicazione streaming che a partire dal 2015 ha di atto sdoganato questo canale di comunicazione, è Periscope. è sufficiente avere uno smartphone, installare l’app ed il gioco è fatto. Diciamo che è più che sufficiente per iniziare a trasmettere un video in diretta. Se vuoi, puoi approfondire l’argomento sull’utilizzo di Periscope per aziende e professionisti.

Tuttavia, supponiamo che si desideri creare un flusso di contenuti di qualità superiore, con un aspetto più professionale, e una maggiore affidabilità. Ecco quello che serve per iniziare.

Attrezzature per il Live Streaming

Per fortuna, l’attrezzatura per lo streaming live di alta qualità può essere conveniente e facile da trovare. Vediamo di seguito alcune soluzioni che si possono adottare per trasmettere il nostro video.

Webcam e Macchina fotografica

In primo luogo, avrete bisogno di una fonte di acquisizione videoQuesto può essere un semplice smartphone o un tablet, anche se questo limiterà notevolmente le opzioni per il passo successivo. Un’altra opzione, e una migliore scelta, sarebbe una webcam, che ad oggi è in grado di produrre video HD di qualità molto buone.

Per le produzioni di alta qualità, si consiglia una reflex digitale (DSLR) con funzionalità video o una videocamera digitale. Esistono in commercio delle videocamere digitali di dimensioni che vanno dai modelli da palmare da qualche centinaia di euro per telecamere professionali che costano decine di migliaia di euro. Telecamere economiche non creeranno un video di qualità elevata, tutto dipende da quello che si vuole ottenere. Ovviamente, spendendo cifre poco più elevate, circa 1000 o 2000 euro, si raggiungono livelli qualitativi ottimi, almeno per il web. In ogni caso, qualunque sia il dispositivo, è consigliabile lavorare con risoluzioni full HD 1080, collegate tramite HDMI; eventuali ridimensionamenti, è meglio lasciarli fare all’encoder.

Capture Device

A meno che non si stia utilizzando una webcam, è necessario un qualunque dispositivo di acquisizione che preveda l’ingresso video dalla camera, rendendolo disponibile sul computer.

Ci sono una vasta gamma di dispositivi di codifica hardware. Alcuni sono dispositivi esterni che si collegano tra la macchina fotografica e il computer; altre, invece, possono essere schede da installare nei computer desktop. Alcuni encoder hardware consentono anche di bypassare la necessità di un computer dedicato. Ma di questo ne parliamo più avanti. Anche in questo caso, esistono schede di acquisizione via usb, el più economiche, fino a raggiungere schede professionali da inserire nel computer.

Encoder Software o encoder hardware

Se non si utilizza un encoder hardware, avrete bisogno di un computer con un encoder software che importa il flusso video, da un dispositivo USB o da una scheda di acquisizione. Gli encoder software sono una buona soluzione per iniziare, anche se comporta l’utilizzo di un computer (quasi) dedicato, a meno che si abbia un pc poteten. Il processo di encoding è piuttosto dispendioso, e va di pari passo con le risoluzioni e i bitrate che si scelgono: risoluzioni elevate e bitrate elevati, richiedono potenza al computer, compromettendo probabilmente altre funzionalità.

Esistono in commercio encoder gratuiti fino ad arrivare a diverse centinaia di euro; soluzioni gratuite e open-source come Open Broadcaster Software (OBS) e Flash Media Live Encoder oppure soluzioni professionali come wirecast Pro, vMix e VidBlaster Pro.

Naturalmente, le soluzioni hardware sono sicuramente le più affdabili e performanti. Per i principianti, sicuramente le soluzioni software (gratuite) sono quelle consigliate. Iniziare a familiarizzare con configurazioni e parametri partendo da questi strumenti è la soluzione ideale.

Video Streaming Hosting

Infine, occorrerà avere una piattaforma online (server) che prenda il vostro ingresso video e invii i flussi di streaming a decine, centinaia o migliaia di spettatori. Servizi di hosting-streaming video possono essere Livestream, Ustream e DaCast. Non è da escludere anche YouTube Live Streaming ci permette di ospitare il flusso dal nostro encoder trasmettendolo sul nostro canale YouTube.

Per ottenere la trasmissione, è necessario quindi collegare l’encoder software o hardware al servizio di streaming, come quelli sopra citati.

Tutti i di live streaming permettono anche di poter ospitare il nostro video al termine dell’evento. Rendere disponibile agli utenti quella che è stata una trasmissione live, può essere sicuramente un buon servizio.

Go Live

Una volta che avete tutte le attrezzature necessarie per iniziare e sono collegate a internet con una linea internet sufficientemente veloce, siete quasi pronti per iniziare lo streaming. Il passo finale è quello di ottenere il codice del player video da inserire sul vostro sito web, sul Facebook o su Twitter, senza dimenticare l’engagement sui social media necessario per attirare più pubblico possibile.

Domane dubbi o perplessità, nei commenti vi rispondiamo quanto prima! Buon live! 😉

 

Commenta con Facebook